Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaPolitica › Almirante bocciato, Tricolore si scusa
Red 19 giugno 2020
Almirante bocciato, Tricolore si scusa
«Purtroppo, la nostra sentita richiesta è stata bocciata a causa dell´assenza in Commissione del rappresentante istituzionale che avrebbe dovuta farla sua», dichiara la presidente del Circolo Sefora Salis, che chiede scusa «a quella parte di elettorato algherese e non, agli iscritti, militanti e simpatizzanti che ancora si riconoscono negli ideali della Destra italiana, al partito, alla leader Giorgia Meloni, all´onorevole Salvatore Sasso Deidda, a donna Assunta Almirante ed a Giuliana De Medici


ALGHERO - «In data 16 giugno 2020, si è riunita la Commissione Toponomastica del Comune di Alghero con all'ordine del giorno la nostra richiesta (protocollata alcuni mesi fa in accordo con il rappresentante istituzionale [LEGGI]) riguardante l'intitolazione di una via o piazza a Giorgio Almirante. Purtroppo, la nostra sentita richiesta è stata bocciata a causa dell'assenza in Commissione del rappresentante istituzionale che avrebbe dovuta farla sua. A seguito dell'accaduto, sentiamo il dovere, come Circolo Tricolore, di porgere le scuse a quella parte di elettorato algherese e non, agli iscritti, militanti e simpatizzanti che ancora si riconoscono negli ideali di quella Destra italiana che si identifica nei valori di identità nazionale, patriottismo, meritocrazia, tradizione, famiglia e libertà. Questi valori sono stati da sempre riconosciuti e difesi dalla Destra storica fino ai giorni nostri».

Dopo quanto accaduto martedì in Commissione, con la proposta respinta, a dar voce al Circolo Tricolore è la presidente Sefora Salis, che prosegue: «Le nostre scuse vanno anche al partito, alla leader Giorgia Meloni che quotidianamente si spende per gli ideali e per promuovere e difendere gli interessi dell'Italia e degli Italiani, all'onorevole Salvatore Sasso Deidda che è sempre in prima linea in difesa degli interessi della nostra Sardegna ed a tutti i rappresentanti istituzionali regionali e locali. Non possiamo esimerci da porgere la nostre scuse a donna Assunta Almirante e a Giuliana De Medici per l'increscioso episodio accaduto nella nostra città. Quanto accaduto è tanto più increscioso se consideriamo che Giorgio Almirante rappresenta una figura fondamentale e di insegnamento per la Destra italiana. Il nostro obiettivo è quello di contribuire a rafforzare quei valori di Destra che hanno fatto la storia dell'Italia. Intitolare una via o una piazza a Giorgio Almirante avrebbe significato riconoscere la statura politica e morale dello statista Almirante, esponente di spicco del Movimento sociale italiano. Fu esempio di coerenza, onestà, rispetto verso gli avversari, ha sempre difeso e onorato la Patria ed il popolo italiano, eletto democraticamente fu parlamentare per ben dieci legislature».

«Anche la nostra leader Giorgia Meloni si è sempre espressa favorevolmente in merito affermando “è importante riconoscere in Giorgio Almirante il merito di aver accompagnato una intera comunità politica, che nel Dopoguerra aveva il legame con l'esperienza fascista, nell'alveo del dibattito democratico e istituzionale della Nazione. Un merito che è stato riconosciuto ad Almirante da tutto l'arco costituzionale, sia nel Dopoguerra, che nei difficili anni di piombo anche dai suoi avversari politici», Inoltre – prosegue Salis - la Meloni afferma “è bizzarro, oggi, sostenere che un personaggio che per cinquanta anni ha fatto parte delle Istituzioni della Nazione sia reietto meritevole dell'oblio”. Altrettanto, purtroppo, non si può dire di chi rappresentando il partito a livello locale ha deliberatamente affossato una istanza molto sentita dall'elettorato. Come Circolo Tricolore, alla luce di questi incresciosi fatti, ripresentiamo con ancora più convinzione la richiesta accompagnata dalle firme necessarie anche come previsto da regolamento comunale, così da non mettere in difficoltà i nostri rappresentanti».

Nella foto: Sefora Salis
Commenti
20:01
Questo il fulcro della nota firmata dal segretario dell´Associazione nazionale esercenti spettacoli viaggianti Maurizio Crisanti indirizzata al presidente della Regione autonoma della Sardegna Cristian Solinas, all´assessore regionale degli Enti locali Quirico Sanna, al direttore generale Enti locali e finanza della Regione Umberto Oppus e, per conoscenza, al ministro dell´Economia e delle Finanze Roberto Gualtieri
21:00
La barca “Corallina”, da caso di mala gestione denunciato amaramente da Franco Simula, dopo la durissima risposta del presidente del Marine club Alghero Gianni Cherchi si trasforma in un caso politico, con polemica che rimbalza sull´Amministrazione comunale, deflagrando in seno all´Udc
7/7/2020
L´Ufficio Demanio e patrimonio dell´Assessorato regionale degli Enti locali ha deciso di non rinnovare la concessione alla tradizionale Matherland, optando per l´eventualmente più remunerativa “gara al rialzo”. Insomma, mentre tutte le concessioni regionali, demaniali e comunali (molte ampiamente scadute) vanno in proroga anche giustificate dal Covid, per la Matherland i tempi si allungano ed a questo punto la stagione è a rischio, e l’estate di Alghero già si prefigura molto meno colorata. «Anche oggi, provo vergogna per voi», dichiara polemicamente il presidente nazionale del Psd´Az Antonio Moro
10:55
Il presidente del Marine Club Alghero, Gianni Cherchi, si scaglia contro Franco Simula: «barca spacciata per regalo alla città quale simbolo della pesca del corallo, mistificando la sua storia e prendendo in giro la Comunità Algherese». Rapporti sempre più tesi ad Alghero
6/7/2020 video
Difficoltà in città in tutti i settori, così anche le cose apparentemente più semplici nascondono difficoltà insormontabili. La vela latina era stata donata dalla famiglia Simula alla città di Alghero lo scorso mese di agosto, con tanto di pubblica inaugurazione alla presenza delle autorità politiche locali. Dopo un anno ecco le parole di Franco Simula rivolte all´amministrazione Conoci
6/7/2020
Ho realmente difficoltà a capire in che modo si perderebbe un’occasione di sviluppo e si subirebbe un danno se come Città metropolitana si rientrasse, ad esempio, in programmi operativi come il Pon Metro che ha complessivamente a livello nazionale una dotazione finanziaria pari a quasi 900milioni di euro
7/7/2020
Conferenza stampa sabato mattina di "Azzurro Donna" a Cagliari, con la coordinatrice nazionale Catia Polidori. Ad annunciare l’iniziativa è la coordinatrice regionale di Azzurro Donna, Ada Lai


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)