Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroSpettacoloConcerti › La buona novella al Nuraghe Palmavera
Red 24 agosto 2020
La buona novella al Nuraghe Palmavera
Venerdì, nel Villagio nuragico di Alghero, andrà in scena l’omaggio a Fabrizio De Andrè, cinquant´anni dopo l’uscita del concept album. Si tratta della prima produzione sarda patrocinata dalla Fondazione De André


ALGHERO - Era il 1970 quando usciva “La buona novella”, quarto album di inediti per Fabrizio De André, ispirato alla lettura dei Vangeli apocrifi. A cinquant’anni di distanza, la Polifonica Santa Cecilia e l'Associazione musicale Laborintus rendono omaggio al concept album con la prima produzione sarda patrocinata dalla Fondazione De André. A fare da sfondo al concerto, che si svolgerà venerdì 28 agosto, alle 21, il Nuraghe Palmavera, palcoscenico degli appuntamenti organizzati da Laborintus nell’estate algherese.

Nel corso della serata, patrocinata dall’Assessorato comunale al Turismo e alla cultura e dalla Fondazione Alghero, si esibiranno il coro della Polifonica Santa Cecilia, diretta da Matteo Taras, e l'Ensemble Laborintus, con il supporto della voce solista di Carlo Doneddu e con le letture di Maria Antonietta Azzu, tratte dai Vangeli apocrifi. Nato da un’idea di Roberto Dané, l’album s’ispira, in particolare, al Protovangelo di Giacomo e al Vangelo arabo dell’infanzia, «letture bellissime con molti punti di contatto con l'ideologia anarchica», come sottolineato a suo tempo dallo stesso Faber. Ad eseguire le musiche arrangiate da Gabriele Verdinelli sarà l’Ensemble Laborintus composto da Angelo Vargiu al clarinetto, Graziano Solinas alla fisarmonica, Alessio Ferreri al piano, Antonio Pitzoi alle chitarre, Lorenzo Sabattini al basso e Andrea Lubino alla batteria.

La serata rientra all’interno del progetto di Laborintus “Un concetto, un’idea”, che gode del sostegno della Regione autonoma della Sardegna. Per partecipare allo spettacolo, che si svolgerà nell’area archeologica gestita dalla Cooperativa Silt (Sarda interpreti lingue e turismo), è obbligatoria la prenotazione, telefonando al numero 349/8024059. Inoltre, sarà necessario presentarsi mezz’ora prima, muniti di mascherina, ed effettuare l’iscrizione secondo le vigenti normative anti-Covid.
Commenti
20/10/2020
Le prime due tappe hanno visto l´esibizione di Mauro Uselli accompagnato da Fabrizio Zara alla chitarra, ad agosto, mentre domenica, il flautista si è esibito con altri due straordinari musicisti: Riccardo Pinna al piano e Dario Pinna al violino


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)