Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroTurismoTurismo › Hospitality show: successo dell’algherese Salvatore
P.P. 26 giugno 2020
Hospitality show: successo dell’algherese Salvatore
Una grande diretta, quella trasmessa martedì sul gruppo Facebook “Metodo Hospitality” dove, la professionista algherese della formazione nel settore turistico-ricettivo, Stefania Salvatore ha intervistato il maestro del marketing numero uno al mondo Frank Merenda. Argomento principe dello show: la soluzione ai problemi del settore in Sardegna


ALGHERO - Una grande diretta, quella trasmessa martedì sul gruppo Facebook “Metodo Hospitality” dove, la professionista algherese della formazione nel settore turistico-ricettivo, Stefania Salvatore ha intervistato il maestro del marketing numero uno al mondo Frank Merenda.
Argomento principe dello show: la soluzione ai problemi del settore in Sardegna. Purtroppo, nonostante i suoi super poteri, Merenda non ha consegnato la bacchetta magica di Hogwarts all'algherese, ma ha elargito consigli e fatto considerazioni che, se venissero applicate dagli imprenditori, potrebbero salvarci dal disastro creato. La Sardegna è un brand che ha avuto la fortuna di creare il suo posizionamento negli Anni Settanta ma, da quel momento in poi, la mentalità degli imprenditori non si è adeguata ai cambiamenti del mercato.

E' palese per tutti che, quella sarda, sia un’ecatombe economica del settore ricettivo (già molto prima della pandemia). Stefania Salvatore e Frank Merenda concordano nell’affermare che, prima dei problemi logistici, infrastrutturali e dei trasporti, sia da risolvere l’atteggiamento degli imprenditori sardi nei confronti dei turisti locali, italiani e stranieri. «Avete avuto la fortuna di essere nati nell’Isola più bella del mondo ma, non per questo, potete pensare di vivere di rendita dal territorio, trattando male i turisti e credendo che ritorneranno solo perché avete belle spiagge e paesaggi mozzafiato. Ormai si può andare, con gli stessi soldi (e anche con meno), in posti bellissimi del mondo e dove si viene trattati da principi. Perché fare le vacanze in Sardegna, dove tutto è complicato e i locali usano i turisti come polli da spennare?», chiede il mentore Merenda per riassumere i concetti espressi in due ore di diretta. Prima del “brand positioning” (posizionamento del marchio Sardegna nella mente del turista) e del marketing, l'Isola dovrebbe risolvere un problema culturale e di mindset (mentalità).

Primo punto su cui concordano la padrona della diretta e il suo ospite, è che la Sardegna non è la “nostra”, ma è un’isola del mondo, che dovremmo mettere a disposizione del turista per un motivo molto semplice, confermato peraltro dal momento Covid in corso: non riusciamo a sopravvivere economicamente, scambiandoci solo i nostri soldi. Come d’altronde non riescono tutte le altre isole del pianeta. È un dato di fatto che i numeri, e la matematica, confermano. Siamo un popolo ospitale e cortese dentro le nostre case, ma quando si tratta di trasferire la stessa ospitalità nei bar, ristoranti, alberghi e strutture ricettive in genere, non riusciamo nell’intento e trattiamo il turista come straniero-nemico.

I consigli del maestro per la ripartenza?
«Seguite la grande professionalità di Stefania Salvatore che sta facendo un ottimo lavoro nel settore.
Iniziate a cambiare i termini “turisti”, “continentali” e “stranieri” in “ospiti”, e trattateli come tali. Accoglieteli con un sorriso, una ghirlanda di fiori tipici sardi, un mirto e un filu ferru. Spenderanno i loro soldi volentieri, ritorneranno e faranno venire i loro amici e conoscenti.

Una volta cambiato il nostro atteggiamento, ci potremo unire per risolvere i problemi logistici e di collegamento dell’isola più bella del mondo. E siccome avremo i soldi, potremo farlo anche senza sussidi statali e politici. Se vogliamo cambiare le sorti delle nostre aziende, della nostra Sardegna, dobbiamo cambiare mentalità. Sorridiamo, la pandemia è passata, ora dobbiamo formarci, studiare e dare ospitalità per una grande ripartenza. Salvatore, imprenditore e divulgatore nel settore del turismo, con quasi due ore di diretta con Frank Merenda ha travolto come uno tsunami l’intero tessuto imprenditoriale della ricettività e grazie al “Metodo Hospitality” ha deciso di iniziare questa battaglia per la sua terra.

Nella foto: Stefania Salvatore e Frank Merenda
Commenti
6/7/2020
Estate 2020: la Botticelli Immobiliare in partnership con Sea Travel Sardegna lancia l´iniziativa presso l’esclusivo complesso Pedra Mea di Alghero. Dieci settimane gratuite (da luglio a settembre) per 4 o 6 persone
6/7/2020 video
Parla Stefano Visconti, presidente Federalberghi per la provincia di Sassari, e fa un quadro completo di quella che sarà la stagione estiva in Sardegna ed in Riviera del corallo in particolare. Imprese ricettive in perdita, sarà durissima: si lavora intorno al 25% rispetto all´estate 2019. L´intervista sul Quotidiano di Alghero
7/7/2020 video
Parole di Gavino Sini, a capo da diversi anni della Camera di Commercio sassarese, attento conoscitore dei processi economici che regolano lo sviluppo del nord Sardegna. Il 2020 sarà l'anno più difficile, poi serviranno innovazione, idee e capacità politiche e manageriali per riprendersi. «Dopo il Covid serve trovare i nuovi modelli delle diverse filiere, fino all'agroalimentare». Le sue parole


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)