Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaSpettacoloPolitica › «Spettacolo, serve tavolo di confronto»
Red 9 maggio 2020
«Spettacolo, serve tavolo di confronto»
«Già fatti interventi a sostegno del comparto, ma ora serve tavolo di confronto con tutti i soggetti per non lasciare indietro nessun lavoratore», dichiara l´assessore regionale della Cultura e dello spettacolo Andrea Biancareddu


CAGLIARI – L’attivazione, entro mercoledì 20 maggio, di un Tavolo di confronto con le diverse organizzazioni dello spettacolo e con i sindacati è stata sollecitata dall’assessore regionale della Cultura e dello spettacolo Andrea Biancareddu, a sostegno della grave crisi determinata dal Covid-19. «Ribadisco la mia volontà e quella del presidente Solinas di venire incontro alle esigenze ed ai problemi del settore dello spettacolo dal vivo, vista l’eccezionalità del momento che stiamo vivendo. E’ necessario uno studio più approfondito anche attraverso un confronto con i portatori d’interesse, a tutela dei livelli occupazionali così da garantire la continuità lavorativa di tutti gli artisti, tecnici e personale amministrativo. L’Amministrazione regionale – ha sottolineato Biancareddu - sta valutando scelte e percorsi che producano, con immediatezza, effetti positivi su tutti i comparti produttivi. Lo spettacolo dal vivo è uno di questi. In tale ottica, dopo aver esaminato con attenzione le legittime richieste pervenutemi e dopo essermi consultato con gli uffici preposti, sono già state individuate subito delle soluzioni che hanno consentito la rapida erogazione dei saldi sull'attività dell'anno 2019».

«In via straordinaria - ha proseguito l'assessore - ho dato disposizioni agli uffici di procedere alla liquidazione degli importi dovuti a saldo anche per i soggetti estratti per la verifica dei rendiconti, con la riserva che, qualora risultassero delle irregolarità non sanabili, le quote eventualmente erogate e non dovute vengano restituite nell’arco dei successivi tre anni. Gli uffici, pur operando in smart working, hanno concluso in tempi record l’esame dei rendiconti 2019 e contestualmente, vista l’eccezionalità rappresentata dall’attuale congiuntura, in deroga alle normali procedure, stanno predisponendo i provvedimenti di liquidazione, senza attendere l’estrazione dei rendiconti da campionare per la verifica puntuale. Per l’anno 2020, sono già stati stanziati 7milioni di euro e vi sarà un incremento negli esercizi 2021 e 2022». In questa fase, per l’esponente della Giunta Solinas è vitale poi garantire liquidità alle imprese del settore e per questo è fondamentale attivare ogni forma di semplificazione burocratica anche in deroga alle consuete procedure per garantire l’erogazione urgente dei contributi relativi all’anticipazione per i progetti avviati nel 2020.

Vista l’eccezionalità del 2020, in cui l’attività programmata rischia di non poter essere realizzata quasi totalmente, è stata approvata dalla Giunta regionale una delibera che consente l'avvio di un primo programma stralcio che consentirà di salvaguardare l’esistenza stessa delle imprese e degli organismi di spettacolo operanti in Sardegna e tutelare così tutti i lavoratori del settore. «Adesso - conclude Biancareddu - è necessario avviare da subito il confronto con le rappresentanze degli operatori per stabilire le linee guida in grado di modificare i progetti e le attività da svolgere, alla luce delle limitazioni imposte dall’emergenza e dalle sue conseguenze. Un Tavolo di lavoro sull’emergenza, per individuare nuove forme per lo svolgimento delle attività artistiche nei vari settori e per consentire la continuità lavorativa ed occupazionale per tutti i lavoratori delle imprese beneficiarie dei contributi. Sulla base di quanto emergerà dal confronto dovrà essere possibile rimodulare i progetti e la struttura del budget previsionale a parità di contributo concesso, salvaguardando i livelli occupazionali e i livelli di produzione e promozione culturale in nuove forme e modalità.Preme sottolineare la necessità della riorganizzazione generale del sistema di contributi e di finanziamento, finalizzata ad assolvere le funzioni istituzionali della Regione in materia di spettacolo, in maniera più attuale ed efficiente atta a soddisfare quelle che sono le aspettative del comparto.

Nella foto: l'assessore regionale Andrea Biancareddu
Commenti
20:04
La Sardegna ha raggiunto un ottimo risultato, con il sacrificio di tutti noi sardi, non ha alcun senso vanificarlo per del becero egoismo e per delle insensate prese di posizione. Cerchiamo di mantenere la Sardegna un posto sicuro per consentire a tutti di godere del nostro mare e della nostra terra in sicurezza
29/5/2020
E´ diventato ormai un rito del fine settimana quello di additare i giovani, e con loro gli esercenti dei bar, come pericolo numero uno per una possibile ricaduta nel baratro del lockdown. A mettere nel mirino queste categorie è lo stesso Governo che pensa addirittura a 60mila guardiani del cocktail, muniti di fischietto e casacca gialla, col compito surreale di andare in giro a controllare tutti, come in un enorme Grande fratello
29/5/2020
«Necessarie ulteriori misure di sostegno per artisti e lavoratori degli spettacoli dal vivo», dichiara il consigliere regionale del gruppo consiliare Cambiamo! Udc Antonello Peru


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)